CAPUNET DA PUSC'CIAV

Questa è la ricetta originale dei Capunet da Pusc'ciav in "Luzerner Dialekt" gentilmente fornito da una signora di Poschiavo.

All'Hostaria disponiamo innanzitutto di "Capunet" freschi tutti i giorni, ma inoltre della ricetta in italiano e in "Hochdeutsch" per chi volesse provare a farseli a casa!

IL CUOCO MISTERIOSO

Siamo convinti che i piatti più strepitosi siano quelli serviti in casa da mamme, mogli o mariti con particolari attitudini ai fornelli. E allora proviamo a scovare questi talenti e a presentarli al pubblico!

SELEBAM: il primo vino selezionato dell'Hostaria del Borgo

E' partita una nuova avventura: creare 6 nuove etichette che riportano 6 eventi storici più o meno sconosciuti della Valposchiavo. Verranno selezionati 6 vini di assoluta qualità, prodotti da 6 case vinicole diverse della nostra Valle. Ad assaggiare, etichettare, imbottigliare, tappare e

"Un cafè par plasé"

La novità natalizia 2015 dell'Hostaria:
basta essere gentili e cordiali al punto giusto ed ecco che il prezzo del caffè miracolosamente scende a prezzi decisamente più abbordabili rispetto alla norma.

Spaghetti di Poschiavo

Anche un giornalista della Aargauer Zeitung ha avuto modo di apprezzare i nostri piatti semplici, serviti nella cornice della vecchia stalla.
E' incredibile come gli spaghetti del nostro mulino di Poschiavo, riscontrino consensi in ogni parte del mondo.
Una punta di orgoglio credo sia del tutto legittima!

articolo Aargauer Zeitung







PUSCHLOVE

La rivista Sonntags-Zeitung pubblica un servizio interessante sulla Valposchiavo e la giornalista Annabelle Rigutto azzarda un termine innovativo: PUSCHLOVE.

Recensire con Trip Advisor

Da poco abbiamo inserito sul nostro sito la possibilità di rilasciare una recensione relativa alla vostra visita presso l'Hostaria del Borgo. Si tratta di uno strumento molto utilizzato a livello mondiale e che permette agli ospiti di qualsiasi struttura di pubblicare le proprie opinioni, siano esse positive o critiche. Non vuole essere una forzatura da parte nostra, ma semplicemente un aiuto a migliorare costantemente il nostro servizio in favore della clientela. Siamo attenti a ogni suggerimento utile e ad ogni critica costruttiva e non da ultimo vi confidiamo tranquillamente che i complimenti, se sinceri, sono sempre estremamente graditi. Grazie della vostra visita e della collaborazione.

"Non ho capito un' ACCA"

Una signora della Poschiavo Bene mi ha avvicinato dicendomi: "sciur Lardi, quela acca al pudea anca sa la risparmià...l'è propi miga italian e gnanca pusc'ciavin." Ho provato a spiegarle i miei motivi ma non credo di essere stato persuasivo e l'ho vista allontanarsi perplessa.

A seguito anche di ulteriori richieste, credo sia arrivato il momento di mettere un po' di chiarezza sulle mie scelte.

Un calice di vecchio, par plasé

L'uccellino della verità mi é venuto a raccontare che in paese abbondano i commenti positivi sull'Hostaria del Borgo, ma anche che qualcuno è rammaricato degli alti prezzi applicati ai nostri vini. E allora parliamone.

Parlando di polenta

Fu Cristoforo Colombo che nel 1492 per primo segnalò l'esistenza di pannocchie di mahiz che gli indigeni dell'isola Hispaniola utilizzavano, bollite o cotte sul fuoco. Nel XVI secolo il mais giunse in Europa, con il nome di grano turco ("turco" stava a significare "straniero");

all'Hostaria del Borgo la prima carta menu virtuale

Al cliente viene consegnato un iPad, meticolosamente programmato con la carta dei vini, delle birre, dei menu e di ogni singolo prodotto presentato dal locale.